LIGURIA: un Piano Casa fino al 60 % ... PDF Stampa E-mail
Il "Piano Casa" della Regione Liguria, proposto dalla Giunta di Claudio Burlando, sta per sommergere definitivamente la Regione con il calcestruzzo. Se già era scandalosa la proposta del governo Berlusconi che dava il via libera ad ampliamenti del 20%, la Regione Liguria supera ancora una volta tutti e rilancia il via libera agli ampliamenti per il 60% ...

Un'operazione devastante che si somma ai via libera già pianificati dagli Enti Locali e dalla Regione stessa alle cementificazioni della costa e dell'entroterra. Se già questi progetti di nuova edificazione avrebbero portato a divorare quel poco di spazio ed ambiente ancora libero da costruzioni, il "Piano Casa" che la Regione Liguria si appresta a varare è il suggello definitivo del Partito del Cemento, promosso dal centro-sinistra di Burlando con un centro-destra, guidato da Sandro Biasotti, che scalpita plaudente.

Non saranno risparmiate le zone storiche, non saranno risparmiati i siti di interesse comunitario, così come le aree protette dell'entroterra (ad esclusione di quella di Portovenere) di tutto il territorio ligure. L'operazione è stata naturalmente mascherata da una serie di provvedimenti paralleli come la "variante" al Piano Territoriale della Costa che se è vero che bloccherà nuove edificazioni, ciò avverrà quando ormai non ci sarà più nulla da edificare.
Lo scempio delle bellezze di borghi e paesaggi, vera fondamentale ricchezza della Liguria e straordinaria ed unica risorsa per uno sviluppo economico centrato sul turismo di qualità, sta per compiersi in via definitiva.

Questo provvedimento è inoltre scellerato e devastante per un altro aspetto che nuovamente viene ignorato: l'assetto idrogeologico del territorio. Aumentare i volumi significa aumentare il "peso" sul territorio. Ed il territorio ligure, come dimostrano gli stessi studi geologici dei Piani di Bacino, è ad alto rischio di frane, allagamenti, esondazioni. Se ad oggi tali indicazioni sono state già pesantemente ignorate con deroghe su deroghe concesse ai costruttori, un aumento del 60% delle costruzioni esistenti comprometterebbe definitivamente la tenuta del territorio e quindi la sicurezza degli abitanti stessi. Da troppi anni la Regione Liguria, anche attraverso i propri uffici, concede il via libera ad operazioni speculative devastanti violando palesemente anche le norme, ad esempio quelle sulla Valutazione di Impatto Ambientale, permettendo la realizzazione di "mostri" che devastano il territorio.

Purtroppo la sete di "cemento" delle lobby di faccendieri e immobiliaristi non ha scrupoli e la politica, piegata da corruzione, commistioni e conflitti di interesse, anche in quella parte che dovrebbe essere un'area "sensibile" alle questioni ambientali e di sicurezza del territorio, si mostra pienamente, ancora, china. Nemmeno l'allarme ripetuto e dimostrato per le pesanti infiltrazioni mafiose e della criminalità finanziaria che stanno dietro all'ondata di cemento ed alle speculazioni immobiliari che si abbattano sulla Liguria, dietro ad operazioni di riciclaggio, caporalato e forniture, sono servite... anche queste sono state colpevolmente ignorate.

Adesso è il momento di reagire con decisione. Senza più permettere a nessuno di farsi "paravento" di questo scempio. Il libro-inchiesta "Il Partito del Cemento" denunciava nel dettaglio questo sistema malato che divora il territorio, così come molte delle inchieste promosse e  mettevano in evidenza le collusioni e complicità tra faccendieri, uomini di mafia, pubblica amministrazione e politica. Le inchieste di magistrati indipendenti hanno confermato questo scenario ed i rapporti investigativi della Guardia di Finanza, come della DIA e della PNA, confermano da tempo questa pesante situazione.

Ora occorre reagire, subito, come cittadini; la Regione Liguria si appresta ad approvare in via definitiva il provvedimento. Non vi è più tempo!

Scrivete a:

- Claudio Burlando - Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

- Sandro Biasotti - Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo   oppure  Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

- Commissione Territorio e Ambiente della Regione Liguria - Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

Ultimo aggiornamento ( luned́ 02 novembre 2009 )
 
< Prec.   Pros. >

Appuntamenti

Il calendario degli appuntamenti lo puoi trovare qui