SARDEGNA: Petizione "NO TERME", Salviamo l'ultima spiaggia di Sant'Antioco (Carbonia Iglesias) PDF Stampa E-mail
A distanza di anni gli affaristi, incuranti delle norme urbanistiche e dei legittimi interessi della collettività, si ripresentano a Sant’Antioco, per vendere Coa’e cuaddus, l’ultima spiaggia incontaminata di Sant’Antioco che si colloca all'interno del Piano Paesaggistico Regionale - il primo e unico redatto in Italia secondo il Codice del Paesaggio e nel rispetto della relativa Convenzione Europea – che e stabilisce come l'iniziativa privata sia importante ma lo è di più l'impegno a non consumare ulteriormente il proprio ambiente, e a restituirlo integro alle generazioni future.

 

Riteniamo che l'ambiente costiero sia stato già troppo danneggiato e non dobbiamo rovinarlo ulteriormente.

Spesso la tutela ambientale viene contestata perché porta minore sviluppo edilizio e quindi meno lavoro. Riteniamo invece che possiamo trovare uno sviluppo migliore e più duraturo proprio tutelando l'ambiente.

Potete firmare la petizione popolare per tentare di fermare questa speculazione su: http://www.petizionepubblica.it/PeticaoListaSignatarios.aspx?pi=P2011N12121

Comitato “NO TERME” per la salvaguardia della Spiaggia di Coa’ e cuaddus a Sant’Antioco.

Ultimo aggiornamento ( mercoledý 31 agosto 2011 )
 
< Prec.   Pros. >

Appuntamenti

Il calendario degli appuntamenti lo puoi trovare qui