ABRUZZO: I cittadini di Valle Pretara pronti a presentare i loro progetti alternativi PDF Stampa E-mail
I sottoscritti cittadini abitanti di Valle Pretara,
- dopo aver evidenziato l’arbitrarietà delle scelte fatte per il Recupero del quartiere subordinando gli interventi ad un “millantato”ed impraticabile MasterPlan;
- considerati i danni che già alcuni cittadini hanno avuto da tale dilatoria e fuorviante azione di Piano preventivo, perdendo, (per morte del proprietario anziano !), il contributo-rimborso al 100 %;
- considerata l’alta qualità urbana del vecchio quartiere Eritrea composto da case unifamiliari a schiera con giardino e ingresso autonomo, con aree parcheggio e abbondante  verde, ben esposte e accessibili e quindi “lavorabili” senza nessun intralcio ... Dato atto dell’esigenza da tutti invocata, da un lato, per una maggiorazione degli stessi spazi pubblici anche ai fini dell’emergenza e, dall’altro, per una riqualificazione sismico-architettonico-energetica dei fabbricati;

Vista l’apertura offerta da questa Amministrazione Comunale con l’Avviso dell’1.6.2011 a prendere atto di “proposte di intervento” ;
- considerate la stessa “debolezza urbanistica” in termini di cogenza del prefigurato Master Plan da voi stessi delineato come “Studio … di primo approccio”;

Visti gli art. 8 e 9 del DM 3 del 2009;

Vista invece la piena corrispondenza dell’insieme delle nostre proposte al PRG e al Piano di Recupero della Giunta Tempesta attualmente vigente;

Viste le buone condizioni di accessibilità, di funzionalità dei servizi e dato atto del fatto che gli interventi non interferiscono con iniziative pubbliche attualmente formalizzate e vigenti;

Evidenziato che dalla scadenza da voi posta per la presentazione delle proposte (30.6.2011), non vi è stata “la verifica preliminare” né tanto meno, la fase di condivisione per adeguare la Perimetrazione e/o il redigendo Master Plan e a tutt’oggi sono passati più di tre mesi;

Invitano ai sensi della L. 421 le SSVV a prendere atto delle nostre proposte entro e non oltre 15 giorni consentendoci di presentare le conseguenti Perizie per ricostruire i singoli fabbricati.

Il Direttore dell’Ater è pertanto invitato (pena l’omissione di atti d’ufficio!) a presentare al più presto i Progetti per i quali da quasi due anni sono stati dati gli incarichi.
In caso di mancato riscontro si impegnano (anche in via sostitutiva dell’Ater), ad avviare la presentazione dei Progetti nei successivi  giorni citandovi in danno alla Procura e alla Corte dei Conti per eventuali omissioni e per gli ulteriori ritardi burocratico-economici che potranno danneggiarci.

Resta fermo che, al fine di garantire il coordinamento architettonico,tecnologico e delle finiture, i tecnici si faranno carico di presentare, in parallelo e non inibendo l’istruttoria dei progetti presentati, una specifica normativa.

I cittadini abitanti di Valle Pretara

Lettera inviata ai seguenti destinatari:
AL SINDACO DEL COMUNE DI L’AQUILA
AL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO ( ING. V.  FABRIZI)
e p. c.:
AL COMMISSARIO DELL’ATER
AL DIRETTORE DELL’ATER  (ARCH. V. GIZZI)
AL COMMISSARIO PER LA RICOSTRUZIONE
ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA
ALLA PROCURA DELLA CORTE DEI CONTI
Ultimo aggiornamento ( luned́ 24 ottobre 2011 )
 
< Prec.   Pros. >

Appuntamenti

Il calendario degli appuntamenti lo puoi trovare qui