LOMBARDIA: Una Ruota panoramica in mezzo al Parco
Milano, da sempre, è stata immolata al consumismo sfrenato di molti. Negli ultimi anni è stata messa a totale disposizione dei commercianti, giorno e notte.
Il Parco, uno degli ultimi polmoni verdi della città, è da alcuni anni ormai ostaggio di locali notturni che persino la notte, sino alle prime ore dell'alba richiamano gente, auto e quindi inquinamento atmosferico ed acustico, non concedendo nè ai residenti, nè tantomeno agli animali che lo abitano, il dovuto riposo.

Su tutto questo una ruota panoramica, l'ennesimo simbolo dell'immenso luna park in cui è stata trasformata la nostra città, ci stà proprio come "i cavoli a merenda" (con tutto il rispetto dovuto ai cavoli ...).

Vi invitiamo ad aderire al gruppo formato su Facebook
http://www.facebook.com/profile.php?ref=name&id=100000048913526#/group.php?gid=186450301078&ref=mf

Il Parco sia un patrimonio non solo di Milano bensì di tutto il Mondo, visto che ogni anno viene visitato da un numero considerevole di turisti e visto anche che, per quanto ci risulti, dovrebbe essere soggetto a tutela come patrimonio paesagistico.

Questo l'appello:

COMITATO PARCO LIBERO – SEMPIONE VERDE
Il Comune di Milano ha deliberato la costruzione di una ruota panoramica che dovrebbe essere posizionata nel Parco Sempione, a pochi metri dall’Arena e dal Castello Sforzesco.

Una struttura alta quanto un palazzo di venti piani destinata a deturpare irrimediabilmente una delle più importanti aree monumentali della città – il Parco Sempione – ed i monumenti che esso contiene: l’Arena Napoleonica, L’acquario Liberty, Il Castello Sforzesco, L’Arco della Pace, il Palazzo della Triennale.

Un’opera inutile in quanto un punto panoramico esiste già nel Parco ed è costituito dalla Torre Branca di Giò Ponti e un’opera di dubbia legittimità, in quanto l’area del Parco Sempione, di grandissimo valore architettonico, è sottoposta -da parte della Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio- a un assoluto vincolo di inedificabilità.

L’area del Parco è già sede di eventi di ogni genere di carattere sportivo, sociale, musicale, ma è quasi totalmente sprovvista di parcheggi. Non è pensabile attirare, costruendo una ruota panoramica con suoni e luci notturne, un turismo da luna park in quest’area monumentale e nei quartieri circostanti, già “sotto assedio” da parte del traffico e devastati dalla movida.

La realizzazione della ruota comporterebbe la costruzione di enormi basamenti, di locali tecnici, biglietterie, servizi igienici, bar, chioschi, transennature per le code, in una zona attualmente destinata ai bambini, agli anziani, alle biciclette, alle passeggiate, alle carrozzine, al jogging, insomma a noi cittadini.

Si tratterebbe dell’ennesimo sfruttamento commerciale delle poche aree verdi del centro della nostra città. Ci chiediamo perché un sito tutelato e vincolato debba essere violentato da una struttura commerciale di così devastante impatto, chi ne abbia promosso la realizzazione, chi abbia dato le autorizzazioni.

Per queste ragioni stiamo promuovendo iniziative presso l’opinione pubblica e la autorità competenti per impedire la realizzazione di quello che le associazioni ambientaliste hanno definito un “ecomostro”.

SE SEI CONTRARIO

- Alla cementificazione del Parco Sempione
- Allo sfruttamento commerciale di aree verdi destinate ai cittadini
- A trasformare in un Luna Park il nostro storico Parco Sempione

ADERISCI ANCHE TU, CI FAREMO SENTIRE E FAREMO SENTIRE ANCHE LA TUA VOCE.

Ultimo aggiornamento ( giovedý 26 novembre 2009 )