PIEMONTE: A Cherasco si cammina lungo la ferrovia e contro la circonvallazione
Anche la città di Cherasco è interessata dalla “convention” escursionistica e ferramatoriale che avrà luogo domenica 6 marzo. L’evento dell’Associazione Ferrovie Dimenticate ha in programma manifestazioni su tutto il territorio nazionale con escursioni a carattere storico/naturalistico che vedono l’adesione di numerose ed importanti associazioni quali il CAI, Italia Nostra, Legambiente, WWF Onlus, Touring Club Italiano ecc… L’iniziativa, che si prefigge di sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni preposte, ha lo scopo di promuovere una mobilità sostenibile nel rispetto del territorio.

 

Per questi motivi il Comitato per la salvaguardia del territorio cheraschese nella piena condivisione degli intenti aderisce e collabora all’iniziativa insieme alle altre associazioni partecipanti; Club Alpino Italiano di Ovada, Confederazione Mobilità Dolce (Co.Mo.Do.), Gruppo Amici della Bra-Ceva e diramazione Mondovì (ABCDM)  in collaborazione e con il supporto del Comitato Treno Alpi Liguri.

La giornata avrà inizio nella mattinata con una camminata lungo i binari da Farigliano a Narzole e dopo la pausa pranzo la continuazione del  percorso verso Cherasco (ore 16,30) – Località frazione Isorella, proprio nel punto dove Comune di Cherasco e Amministrazione Provinciale di Cuneo hanno deciso di utilizzare il sedime ferroviario per l’attraversamento “a raso rotaia” della futura circonvallazione di Cherasco.
La bretella che dovrebbe avere lo scopo di dirottare il traffico pesante dal centro storico della città ha ormai un lunga storia: dapprima il totale disinteresse da parte della pubblica amministrazione per quasi un trentennio e successivamente la previsione dell’opera con l’inserimento della stessa sullo strumento urbanistico, utilizzando per un breve tratto la già esistente fondovalle-Tanaro partendo dal casello autostradale di Cherasco in località Regione Moglia, scavalcando la galleria ferroviaria all’imbocco della stessa in località “Bicocca” per immettersi nella strada comunale della borgata Corno interessando marginalmente anche il territorio del Comune di Narzole, congiungendo così la S.P. 661 in località Piana di Cherasco.

Di questo percorso, che ha lo scopo di bypassare il centro storico cheraschese la Provincia, in accordo con il Comune di Cherasco, aveva predisposto un progetto preliminare già approvato unanimemente dalle due amministrazioni nel 2002. Oggi, inspiegabilmente, questo progetto fino a qualche tempo fa osannato,  sembra non vada più bene e si cerca di spostarlo proponendo l’attraversamento “a raso” della ferrovia in regione Isorella compromettendo in questo modo qualsiasi futuro utilizzo della stessa,  rovinando irreparabilmente i migliori terreni agricoli della frazione e danneggiando sensibilmente nelle immediate vicinanze del centro storico della città  l’ambiente e il paesaggio. In considerazione delle loro giustificazioni poco ragionevoli e credibili, ci viene spontaneo supporre che le due amministrazioni ed in particolare quella comunale di Cherasco abbiano intenzioni diremmo “poco nobili” visto che l’opera distrugge un piccolo gioiello naturale situato proprio alle porte di Cherasco.
Il nostro Comitato, insieme ai contadini ed ai rappresentanti delle varie associazioni, contesta  questa scelta irresponsabile e irrispettosa anche delle leggi sul consumo di territorio.

Per questi motivi, Domenica 6 marzo, in conclusione della giornata nazionale delle ferrovie dimenticate, abbiamo organizzato una manifestazione di protesta e la seconda edizione della visita guidata al bosco del “ri sirin” (il rio degli equiseti), un posto molto bello che è seriamente minacciato dall’invasione selvaggia del cemento e del catrame.
Siete tutti caldamente invitati a partecipare.

PROGRAMMA parte escursionistica:
ore 8,30 : partenza dalla stazione FS di Farigliano;

ore 13,30: arrivo sul piazzale del ristorante "La Villa 2", poco prima della stazione FS di Narzole (il luogo sarà indicato al momento); possibilità di piatti caldi, servizio bar in funzione, ripartenza;

ore 16,30: arrivo a Isorella e incontro col Comitato Cheraschese per la Difesa del Territorio.

PROGRAMMA parte ferramatoriale:
ore 13,00 : ritrovo presso il piazzale del ristorante / bar "La Villa 2" nei pressi della stazione di Narzole (bivio fondovalle/strada per Narzole centro), a seguire programma congiunto col gruppo escursionistico.

Nota Bene:

- in caso di maltempo la manifestazione sarà ridotta, ma non abolita;
- è possibile utilizzare gratuitamente mezzi privati per raggiungere Farigliano e Narzole, previa prenotazione a questo indirizzo mail: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
- altre informazioni sul blog di ferroviabraceva: http://ferroviabraceva.myblog.it/

COMITATO PER LA SALVAGUARDIA DEL TERRITORIO CHERASCHESE


Per informazioni: Carlo Marenda, Regione Isorella 19 - 12062 CHERASCO (CN) - Cell. 334 5354016
 

Ultimo aggiornamento ( luned́ 07 marzo 2011 )